Loading

Illustrato da Donatella BesaEditore “Il Punto d’incontro” – 2001

“ A causa della guerra, Janine è costretta a lasciare la sua casa. Prima di partire, saluta il vecchio prugno, al quale era molto affezionata, mentre il nonno ne raccoglie un seme da piantare nel nuovo luogo di pace che cercano di raggiungere. Il seme del prugno accompagna Janine nel suo lungo viaggio, nel corso del quale il difficile tema della guerra viene affrontato in modo delicato e positivo con un messaggio di speranza e di amore.

Grazie alla saggezza di un nonno premuroso, i disagi e le paure di un esodo forzato vengono ben presto sostituiti da serenità, comprensione, amore per la Terra e i suoi abitanti, dai quali si può imparare a sviluppare i propri talenti, da condividere generosamente, vivendo gli uni accanto agli altri in una diversità che arricchisce, anziché dividere.”

The Plum Tree Seed.

Because of the war, Janine must leave her home. Before starting her journey she says goodbye to the old plum tree that she loved dearly, whilst her grandad keeps a seed for sowing it in the land of peace, once they will get there.

The theme of war is approached in a delicate and positive way, with a message of hope and love.

Thank you to the wisdom of Janine’s grandad, the pain and fear of a forced exodus are soon replaced by serenity, empathy, love for the whole Earth and its inhabitants. Living harmoniously side by side is possible, and in diversity richness is found.

BOOKSHOP

Illustrato da Lia Frassineti –  Edizioni Paoline – 2010

“Gli angeli vivono talmente in alto, che è possibile vederne solo i piedi,

e i piedi degli angeli sono di sicuro capaci di fare cose incredibili!

Se non camminiamo con lo sguardo fisso a terra, sempre intenti a evitare qualcosa, a misurare o calcolare qualcos’altro, può capitare anche a noi quel che è successo a Giacomo…”   BOOKSHOP

 

Illustrato da Tiziana Furlan – Edizioni Valentina –  2014

“Quando guardiamo gli altri e ci sembrano migliori di noi, ci sentiamo scontenti, proprio come la piccola Lepre protagonista della storia. E allora cosa facciamo? Come lei ci mettiamo a correre per seguirli, imitarli, per superarli e corriamo, corriamo, corriamo, sempre più confusi, sempre più scontenti…finché capiamo che il vero traguardo siamo noi.”   Continua…

THE COMPETITION

When we look at others and they seem to be better than us, we immediately are dissatisfied, like the little hare, the main character of this story, is.
So, what do we do?
Like the little hare we begin to run, following the others, imitating them and eventually overtaking them…
So, we end up running running without an end, more and more confused and discouraged.
Finally we understand that the finish line is…ourselves.

Aged   4-7

 

 

 

 

Illustrato da Francesca Carabelli – Gruppo Editoriale Raffaello – 2013

“…ma insomma io quando avrò il tempo di giocare?” chiede Giacomo al frettoloso mondo dei grandi, mentre sogna di passare con loro un tempo diverso, fatto di giochi semplici e del piacevole incanto della lentezza “ BOOKSHOP

WHERE HAS PLAY TIME GONE ?

“When is play-time?” asks Jack to his busy parents.
“ There is no time to play!”
Jack’s whole day is tightly scheduled from morning ‘til dusk.
But all Jack would like to do is enjoying time, playing with his mum and dad.

        Aged 5-7

 

Illustrazioni di Donatella Besa – Edizioni Il Punto d’Incontro – 1999

Un messaggio di pace e armonia

Dal cielo e dal mare

 “Una stella caduta nel mare affida un prezioso e segreto messaggio ad un cavalluccio marino affinché lo faccia  pervenire agli esseri umani.

Per portare a termine il suo compito, l’ippocampo cerca qualcuno tra le creature marine che possa aiutarlo a contattare gli uomini. Di volta in volta, però, un branco di tonni, i delfini e l’aragasta declinano l’invito, perché sono spaventati dall’atteggiamento sconsiderato degli esseri umani nei confronti del mare e dei suoi abitanti. Nonostante tutto, alla fine, il cavalluccio troverà il modo per far arrivare a destinazione il messaggio di pace e armonia.”

The sea’s breath

A star is attracted by the vast ocean. It plunges deep into it and delivers a precious secret message to a seahorse. It isn’t only a message for the creature, but it is meant for all humankind.
The seahorse looks for other inhabitants of the sea to help him reach humans. They refuse to help him: they are scared of humans’ irresponsible behaviour against the sea and its creatures.
Nevertheless gh., the seahorse succeeds in getting its message of peace and harmony throu.

This tale now is available with original music of Benedetto Guidotti.
A music, now, accompanies words, fostering the image of the universe as a heart, which beats at the rhythm of hidden harmonious laws. Infinite messages of tenderness, brotherhood and sisterhood bloom from reading, listening…

 

Illustrato da Cristina Pieropan – Edizioni San Paolo – 2003

Illustrazioni di Donatella Besa – Edizioni Il Punto d’incontro – 2004

Come nasce un conflitto? Perché arriviamo a vedere gli altri come nostri nemici? A volte crediamo che il nostro punto di vista sia l’unico possibile e, convinti di aver ragione, siamo pronti a litigare con tutti quelli che non la pensano come noi. È proprio quel che accade agli animali della favola, un serpente, un lupo, una tigre e un’aquila che lottano furiosamente a causa di un’ignara tartaruga. La favola aiuta i piccoli a individuare sia il meccanismo che scatena il conflitto, sia il modo per comprendere le ragioni dell’altro ed evitare così il litigio. Età di lettura: da 5 anni.

BOOKSHOP

Illustrazioni di Donatella Besa –  Edizioni Supernova – 2006 (varie ristampe)-(several reprints)

Lisetta accompagna la mamma a fare la spesa. E’ l’occasione per entrambe di trasformare una semplice routine in un’incantevole opportunità di conoscenza e di divertimento. Il piccolo lettore, attraverso gli occhi di Lisetta, arriva a conoscere non soltanto la Venezia di oggi, ma anche quella di un tempo lontano.

BOOKSHOP

Edizioni Corsare – 2008

La rappresentazione teatrale in questo libro ha molta  valenza. Insieme ai copioni di contenuto scritto, si uniscono danze, musica e suoni in un coinvolgimento pieno, sia dello spettatore che dell’uditore. Il testo risulta interessante e semplice, così da poter essere facilmente godibile dal novello attore. A mio avviso l’invito di proporre il teatro per giovani come strumento per insegnare, educare e istruire è fondamentale per dare una svolta al sistema scolastico e dell’insegnamento.

BOOKSHOP

Illustrato da F. Carabelli – Edizioni San Paolo – 2008

Matteo si trova faccia a faccia con il silenzio, è spaventato, perché gli fa paura,ma decide di esplorarlo. Attraversandolo lo riempie di immagini concrete e personalissime, finché la paura scivola via per lasciare spazio a un “silenzio pieno” di idee che nell’ultima pagina diventa un “silenzio amico”. Una storia piccolissima, altamente evocativa, per riflettere sull’importanza del silenzio e di abituarsi a renderlo prezioso. Età di lettura: da 4 anni.

BOOKSHOP

 

 

Illustrato da Donatella Besa – Ed.Il Punto d’incontro – 2002

Ogni tanto nonno orso perde le cose, le dimentica, oppure parla da solo. Le parole, dice, sono come sacchettini di sabbia che tengono a terra le mongolfiere. Se si lascia andare i ricordi che ci stanno addosso come caramelle d’orzo, allora ci si sente leggerissimi e si può volare! Una delicata e simpatica favola per insegnare a vedere dietro le debolezze degli anziani il bene prezioso che essi rappresentano e a familiarizzare grandi e piccoli all’idea che un giorno non lontano essi non saranno più con noi materialmente ma si libreranno nel cielo come mongolfiere senza pesi.

Illustrato da Cristina Pieropan – Casa Editrice Ta Chien di Taiwan – 2003
 
“A volte si è costretti all’interno di spazi angusti e poco luminosi, accanto a materiali freddi, entro norme troppo rigide e divieti spesso assurdi. Tutto ciò appesantisce lo spirito e mette a terra l’umore.”
A Lullo, protagonista della storia, succede proprio questo…ma con l’aiuto di un aquilone, un po’ di coraggio e tanta fantasia, riuscirà a trasformare le cose intorno a sè.
Top